3 contro 3 più 2 jolly: ampiezza | YouCoach Salta al contenuto principale

3 contro 3 più 2 jolly: ampiezza

3 contro 3 più 2 jolly: ampiezza

 
Obiettivo
Materiale
  • Cinesini
  • 2 porticine
  • 5 casacche (3 di un colore, 2 di un altro)
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 15x20 metri
  • Giocatori: 8
  • Tempo di svolgimento: 21 minuti
  • Numero di serie: 4 da 4 minuti (con 1 minuto e 30 secondi di recupero passivo tra le serie)
Sommario Obiettivi Secondari
Gioco situazionale per allenare la manovra in superiorità numerica sfruttando l'ampiezza
Trasmissione, Controllo orientato, Dribbling, Smarcamento, Conclusione, Intercetto, Scaglionamento offensivo, Mobilità, Possesso palla, Cambio gioco, Transizioni
Organizzazione

Creare un campo di gioco di 15 metri di larghezza x 20 metri di profondità con l'utilizzo dei cinesini. Al centro di entrambi i lati corti del campo collocare una porticina di larghezza 2 metri circa. All'interno del campo si schierano tre giocatori bianchi contro tre giocatori rossi (situazione di 3vs3). Lungo entrambe le fasce laterali, all'esterno del campo, si posiziona un jolly (casacca verde in figura). Tenere una buona scorta di palloni attorno al campo di gioco.

Descrizione
  • Al segnale d'avvio dell'allenatore si gioca un 3 contro 3 all'interno del campo (squadra rossa contro squadra bianca in figura)
  • La squadra in possesso di palla può avvalersi del supporto dei due jolly esterni giocando in situazione di doppia superiorità numerica
  • L'obiettivo del gioco è di far toccare la palla ad entrambi i jolly (cambio di gioco) prima di poter segnare nella porticina avversaria
  • I jolly hanno un massimo di due tocchi
  • Al termine di ogni serie sostituire i due giocatori che fungono da jolly esterni

 

Regole
  • Tocchi liberi a disposizione dei giocatori delle due squadre che si affrontano 3vs3
  • Due tocchi al massimo a disposizione dei due jolly esterni per la giocata
Temi per l'allenatore
  • In fase di possesso palla i giocatori non devono trovarsi sulla stella linea (essere scaglionati), ovvero garantire l’equilibrio anche alla fine della combinazione
  • Garantire sempre due opzioni al compagno in possesso di palla e, più in particolare, appoggio e sostegno
  • Il giocatore in possesso di palla, una volta che ha effettuato il passaggio deve muoversi e rendersi nuovamente utile creando una nuova linea di passaggio (mobilità e smarcamento)
  • Nei passaggi privilegiare quelli in avanti, rivolti a coloro che sono situati oltre la linea della palla in quanto consentono di conquistare spazio
  • Stare fermi deve corrispondere ad un preciso atto tattico dovuto (o deve essere una eccezione)
  • Se il portatore di palla si trova in situazione di "palla libera", i due compagni possono attaccare lo spazio per la verticalizzazione anche combinando i propri movimenti di smarcamento
  • Prestare molta attenzione al controllo orientato, il pallone deve rimanere sempre ad una distanza dal corpo utile ad effettuare correttamente il cambio di gioco
  • Stimolare l’esecuzione del cambio gioco a testa alta sfruttando i due jolly esterni e sviluppando il gioco in ampiezza

Articoli correlati