Controllo orientato e 1 contro 1 | YouCoach Salta al contenuto principale

Controllo orientato e 1 contro 1

Controllo orientato e 1 contro 1

 
Obiettivo
Materiale
  • 2 coni
  • 4 casacche (viola in figura)
  • palloni
  • 1 porta (dimensione adatta alla categoria)
  • 1 cinesino
Preparazione
  • Area di gioco: 60x40 metri
  • Giocatori: da 13 (12 di movimento + portiere)
  • Tempo di svolgimento: 20 minuti
  • Numero di serie: 4 da 4 minuti con 1 minuto di recupero tra le serie
Sommario Obiettivi Secondari
Allenare la trasmissione, il controllo orientato ed il tiro in porta con situazione di 1 contro 1
Capovolgersi, Velocità, Controllo orientato, Contrasto, Dribbling, Passaggio, Conclusione, Difesa della porta, Improvvisazione, Elastico difensivo, Corsa di avvicinamento al portatore
Organizzazione
L'area di gioco per l'esercizio è 60mt di larghezza x 40mt di profondità (si sfrutta l'area di gioco partendo dalla linea di fondo campo lato porta). All'interno dell'area di gioco creare, con l'utilizzo di due coni, una porticina di larghezza 5 metri e posizionarla a 25 metri dalla linea di fondo campo spostata sulla destra rispetto la porta. Dopo la porticina, a distanza di 15mt circa verso la metà campo, posizionare un cinesino (giallo in figura). Dividere la squadra in 3 gruppi di 4 componenti ciascuno. Un gruppo si colloca a 15 metri dalla porticina sul cinesino giallo di partenza (4 attaccanti bianchi) ed ogni giocatore con un pallone, il secondo gruppo (4 attaccanti bianchi) si colloca sempre di fronte alla porticina ma sul fronte opposto all'altezza del limite dell'area di rigore, dando le spalle alla porta regolamentare (come in figura). Il terzo gruppo (4 difendenti viola con la casacca) si colloca a fianco della porta regolamentare (come in figura). Il portiere si posiziona a difesa della porta regolamentare. Per le categorie dei più piccoli utilizzare delle porte di misura adatta alla categoria. Creare una stazione identica sul lato opposto del campo; i giocatori lavoreranno in modo alternato sul percorso destro e su quello sinistro rispetto la porta.
Descrizione
  • Al segnale d'avvio dell'allenatore il giocatore A (il primo della fila posizionata sul cinesino giallo), trasmette palla verso la porticina, mentre il giocatore B viene incontro per ricevere il passaggio prima che la palla attraversi la stessa
  • Nella ricezione palla, il giocatore B esegue un controllo orientato verso la porta (posizione B1) per andare a finalizzare il più rapidamente possibile; contemporaneamente il difensore C esegue una capovolta in avanti e va in pressione sul giocatore B per impedirne la finalizzazione. Si gioca una situazione di 1 contro 1 (attaccante bianco contro difendente viola)
  • Se il giocatore B supera il difensore C può concludere verso la porta
  • Se il difensore C ferma il giocatore B, l'azione termina
  • Al termine dell'azione i tre giocatori si scambiano le posizioni di partenza (A prende per il posto B, B prende il posto del difensore C e C recupera il pallone e prende il posto di A)

 

Regole
  • Definire in partenza una ricezione orientata da effettuare su trasmissione del compagno (di interno piede, di esterno piede ecc...)
  • Eseguire l'esercizio anche dalla parte opposta (lato sinistro del campo)
Varianti
  1. Aggiungere una porticina, al centro, a 25 metri dalla porta regolamentare verso la metà campo, in modo da permettere al difensore C, se recupera palla, di concludere l'azione finalizzando verso la porticina
  2. Il giocatore A che ha trasmesso palla al compagno B, può partecipare all'azione d'attacco per la conclusione in porta in aiuto al compagno, giocando una situazione di superiorità numerica a favore degli attaccanti di 2 contro 1 per il tiro in porta
  3. Invece che far eseguire una capovolta da parte dei difensori, far eseguire una speed ladder alla massima rapidità
Temi per l'allenatore
  • Prestare molta attenzione alla postura del corpo del difensore C nell'affrontare l'attaccante avversario durante l'1 contro 1 (corsa di avvicinamento, posizione antero posteriore corretta, elastico difensivo, focus sulla palla, azione di indirizzamento su lato cieco e piede debole)
  • Stimolare l'attaccante B a concludere l'azione il più rapidamente possibile 
  • Durante l'1 contro 1 è consigliato per l'attaccante variare il modo per liberarsi alla finalizzazione (finte, dribbling, fantasia motoria, improvvisazione)

Autore

| Allenatore Giovanissimi

Allenatore della squadra Giovanissimi del FC SudTirol. 

Articoli correlati