Esercitazione analitica per catene di trasmissione palla più 1 contro 1 | YouCoach Salta al contenuto principale

Esercitazione analitica per catene di trasmissione palla più 1 contro 1

Esercitazione analitica per catene di trasmissione palla più 1 contro 1

 
Obiettivo
Materiale
  • 8 cinesini (possibilmente di 2 colori)
  • 4 paletti (2 rossi e 2 blu in figura)
  • Palloni
  • 7 casacche (5 rosse e 2 gialle in figura)
Preparazione
  • Area di gioco: 60x50 metri (metà campo regolamentare)
  • Giocatori: da 12
  • Tempo di svolgimento: 22 minuti
  • Numero di serie: 2 da 10 minuti (intervallate da 2 minuti di recupero per cambio stazione)
Sommario Obiettivi Secondari
Catene di passaggi a 4 giocatori con triangolazioni e situazione finale di 1 contro 1 con tiro di precisione o conduzione palla
Guida della palla per evitare l'avversario, Dribbling, Presa di posizione, Marcamento, Intercetto, Contrasto, 1 contro 1, Verticalizzazione, Appoggio, Taglio, Contromovimento
Organizzazione

Disporre i cinesini come da figura (4 rossi sul lato sinistro del campo e 4 blu sul lato destro del campo) e creare con i paletti due porte di larghezza 5 metri circa posizionandole un paio di metri fuori dall'area piccola dal palo della porta al vertice dell'area piccola (porta blu e porta rossa). Disporre i giocatori sui 4 cinesini collocati per ogni stazione tecnica, un giocatore per cinesino (i giocatori in più si sistemano in fila dietro al compagno A, al punto di partenza, in attesa del proprio turno). In entrambe le stazioni a destra e sinistra, posizionare un giocatore che funge da difendente (giocatore con casacca gialla in figura). Si lavora su entrambe le stazioni contemporaneamente.

Descrizione
  • L'esercizio parte con il giocatore A che effettua una triangolazione con il giocatore B attaccando lo spazio in avanzamento per poi giocare la palla di ritorno al giocatore C che con un contromovimento lungo-corto viene incontro
  • Il giocatore C, che riceve palla, gioca in appoggio (di prima intenzione o dopo un controllo) per il giocatore B che si è mosso a sostegno per ricevere palla. Il giocatore C si orienta velocemente per mettersi fronte alla porta in appoggio al giocatore D
  • Il giocatore B cambia fronte gioco trasmettendo per il giocatore D che appoggia palla in scarico al giocatore C, per poi attaccare lo spazio per ricevere palla in profondità ed andare in conduzione palla tra i due paletti (superando sulla corsa il difendente e ricevendo palla oltre all'avversario oppure ricevendo palla d'incontro ed affrontandolo in duello 1 contro 1)
  • In alternativa, qualora il difendente marchi forte il giocatore D lasciando molto spazio alle sue spalle in profondità, il giocatore B può giocare direttamente palla all'attaccante D sullo spazio verso la porticina con una verticalizzazione (saltando il gioco a sostegno con il giocatore C)
  • Il difendente (giocatore giallo) può decidere se attendere il giocatore D per il duello 1 contro 1 oppure se marcarlo subito in maniera ravvicinata prima che abbia ricevuto il pallone cercando l'anticipo

 

Regole
  • Si ottiene il punto andando in conduzione palla attraverso la porticina di riferimento
  • Si ottiene il punto dribblando il diretto avversario (difendente giallo) e facendo gol con tiro di precisione nella porticina
  • Terminata l'azione di gioco ogni giocatore scala alla postazione successiva (con progressione A-B-C-D) e con l'attaccante D che diventa difendente. Il difendente si va a posizionare in fila in prossimità della stazione di partenza A
  • Al termine della prima serie invertire le posizioni dei due gruppi di lavoro (invertire le stazioni di lavoro)
Varianti
  1. Obbligare il difendente a marcare forte l'attaccante, vietando l'anticipo per facilitare la giocata di appoggio ed il successivo attacco dello spazio. Successivamente si concede anche l'anticipo
Temi per l'allenatore
  • Questa esercitazione, utile come riscaldamento ed attivazione tecnico-cognitiva nel primo allenamento della settimana, permette di lavorare e sviluppare tutti e tre i tipi di triangolazione (esterna, interna, sullo scarico), con annesso lavoro sull'uno contro uno, sia nel corto sia nella gestione della palla “aperta” e dello spazio
  • A livello di trasmissione è fondamentale curare i dettagli (non avendo la pressione avversaria) nei riguardi di forza ed intensità di calcio, velocità nel controllo e trasmissione palla e precisione nel passaggio
  • Curare il lavoro dell'attaccante (D), sia nei movimenti senza palla (smarcarsi e crearsi spazio), sia in fase di conduzione palla e dribbling
  • A livello difensivo sarà importante per il difendente (giallo), controllare le scelte fatte in fase di presa di posizione (curando il concetto "più marco meno copro" e viceversa), la postura del corpo per scappare rapidamente e non farsi anticipare dal taglio dell'attaccante, e la gestione dell'uno contro uno (attacco frontale dell'avversario)

Articoli correlati