Possesso palla e gol nelle 5 porticine | YouCoach Salta al contenuto principale

Possesso palla e gol nelle 5 porticine

Possesso palla e gol nelle 5 porticine

 
Obiettivo
Materiale
  • Cinesini
  • 10 coni
  • 7 casacche (rosse in figura)
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 40x30 metri
  • Giocatori: 14
  • Tempo di svolgimento: 18 minuti
  • Numero di serie: 2 da 8 minuti (con 2 minuti di recupero passivo tra le serie)
Sommario Obiettivi Secondari
Gioco condizionato 7 contro 7 utile a migliorare la velocità di gioco durante le fasi di possesso palla
Controllo orientato, Dribbling, Smarcamento, Passaggio, Intercetto, Contrasto, Mobilità, Triangoli di possesso, Dai e vai, Perso palla - Attacco palla
Organizzazione

Creare con i cinesini un campo di gioco di 40x30 metri. Con l'utilizzo di coni formare cinque porticine di larghezza 2 metri e 50 centimetri ciascuna e posizionarle all'interno del campo (come in figura). Dividere i giocatori in due squadre di sette componenti ciascuna con l'ausilio delle casacche (squadra rossa contro bianca in figura). Palla a una delle due squadre per l'avvio del gioco. Tenere una buona scorta di palloni fuori dal perimetro dell'area di gioco per dare continuità al possesso.

Descrizione
  • Al segnale d'avvio dell'allenatore la squadra con il pallone inizia un possesso palla contro la squadra avversaria: si gioca un 7 contro 7
  • L'obiettivo della squadra, oltre a quello di mantenere il possesso palla il maggior tempo possibile, è di segnare in una delle cinque porticine per guadagnare un punto
  • Il gol è valido solo quando il pallone dopo aver attraversato la porticina viene controllato da un compagno di squadra (esempio in figura)
  • Dopo ogni gol il gioco non si interrompe, ma è continuativo e la squadra in possesso cerca il gol in una nuova porticina
  • Vietato concludere nella stessa porticina in cui si è appena segnato un punto
  • Alla fine delle serie vince la squadra che ottiene più punti rispetto alla squadra avversaria

 

Regole
  • Il gol si ottiene con un passaggio ad un compagno effettuato attraverso una delle porticine collocate in campo
Varianti
  1. La conclusione nelle porticine è valida solo dopo aver eseguito quattro passaggi consecutivi senza intercetto da parte degli avversari
Temi per l'allenatore
  • Durante la partita non ci sono limiti di tocchi per i giocatori, però è importante che le due squadre cerchino di imprimere maggior velocità possibile durante il possesso di palla
  • Creazione triangoli di possesso, utili a evitare il giocatore avversario, racchiudendolo all'interno dei triangoli stessi
  • Curare la reazione alla transizione negativa, perso il possesso il giocatore più vicino al pallone pressa l'avversario mentre i compagni accorciano sui rispettivi riferimenti
  • Curare le distanze globali tra i giocatori
  • Curare l'orientamento del corpo in ricezione, deve essere sempre aperto verso la porzione di campo più grande
  • Incitare il Dai e Vai: dopo aver giocato la palla ad un compagno, il giocatore continua la corsa per inserirsi in uno spazio libero dove ricevere nuovamente
  • Unità ideale minima: il portatore di palla deve avere, a sua disposizione, un numero minimo di compagni che possano garantire un passaggio in qualsiasi momento (almeno un passaggio in avanti ed un passaggio indietro)
  • Il giocatore più vicino al possessore di palla deve scegliere cosa fare, movimento di avvicinamento o in profondità, innescando di conseguenza il movimento relativo dei compagni
  • Incitare i giocatori ad effettuare il contromovimento per lo smarcamento e la conseguente ricezione del pallone
  • Per innescare una mobilità continua e mantenere un opportuno scaglionamento, due giocatori vicini che si trovano sulla stessa linea, sia essa orizzontale sia verticale rispetto al campo, devono muoversi creando linee di gioco diagonali

Articoli correlati